Cenerentola al Teatro Olimpico

L’Accademia Filarmonica Romana darà il via alla stagione del 2024 con una produzione speciale al Teatro Olimpico. Da venerdì 19 gennaio a domenica 21 gennaio, il pubblico avrà l’opportunità di assistere a “Cenerentola”, il balletto in due atti del regista e coreografo Luciano Cannito. La performance sarà presentata dalla Roma City Ballet Company, una formazione italiana di recente creazione, composta esclusivamente da artisti selezionati attraverso audizioni internazionali.

La produzione vanta la partecipazione di due stelle internazionali, Iana Salenko e Dinu Tamazlacaru, Principal Dancers del Teatro dell’Opera di Berlino, nei ruoli principali. Essi saranno affiancati dal Corpo di Ballo del Roma City Ballet e da Manuel Paruccini, primo ballerino del Teatro dell’Opera di Roma, che interpreterà la matrigna “en travesti”.

La regia e coreografia sono firmate da Luciano Cannito, già noto per il suo ruolo di direttore artistico in diverse istituzioni, tra cui il Corpo di Ballo del Teatro San Carlo di Napoli, il Teatro Massimo di Palermo e il Balletto di Roma. Giusi Giustino, costumista e direttrice della sartoria del Teatro San Carlo di Napoli, cura i costumi, mentre Michele Della Cioppa, direttore degli allestimenti scenici del Teatro dell’Opera di Roma, si occupa delle scene.

Il balletto, messo in scena con la musica di Sergej Prokof’ev, offre una rilettura della classica favola di Cenerentola, con particolare enfasi sull’amore poetico tra Cenerentola e il principe, e sulla realizzazione di un sogno attraverso gli ostacoli della vita. La versione di Cannito aggiunge un tocco di follia, comicità e divertimento, senza trascurare la spettacolarità, specialmente nelle scene del secondo atto con il grande salone da ballo.

La storia di Cenerentola, nonostante abbia quasi ottant’anni dalla sua prima rappresentazione, continua ad appassionare il pubblico di tutte le età, registrando il tutto esaurito in ogni riedizione. La narrazione della fanciulla orfana di madre, oppressa dalla povertà e angustiata dalla matrigna e dalle sorellastre, offre un messaggio di speranza e realizzazione attraverso il sogno, la magia e la forza interiore. Luciano Cannito, riflettendo sulla magia dei grandi titoli di balletto classico, sottolinea come essi possano affascinare e stimolare l’immaginazione, portando il pubblico in mondi di magia, sogno e fantasia. “Cenerentola” aggiunge al racconto fantastico della storia universale un elemento di desiderio condiviso da tutti: la realizzazione dei sogni nei momenti più bui della vita, soprattutto quando meno ce lo aspettiamo

Condividi Ora
  • Tutte
  • Arte & Cultura
  • Cibo
  • Eventi
  • Famiglie
  • Istituzionale
  • Meteo
  • Moda
  • Musica
  • Natale
  • Natura
  • News
  • Politica
  • Scienza
  • Spettacolo
  • Sport
  • Storia
  • Tecnologia
  • Tradizione
  • Turismo
  • Week End
    •   Back
    • Libri
Load More

End of Content.